Sinistro stradale con lesioni, cosa devo fare?

Un sinistro stradale è sempre un momento difficile da affrontare. Entrano in scena diversi fattori: paura, ansia, dubbi. Molto spesso quando si è vittime di un sinistro stradale, a prescindere dal fatto che possano esserci feriti o meno, è molto facile trovarsi in situazione di shock e non riuscire a gestire la situazione. Non sempre, infatti, si ha la lucidità per affrontare queste situazioni, ancor più se vi sono danni alle persone di varia entità e gravità. Ecco perché è sempre utile sapere come ci si deve comportare qualora si fosse vittime, o si dovesse intervenire sul luogo di un sinistro stradale con lesioni a persone.

Sinistro stradale con lesioni, cosa fare

In caso di sinistro stradale di una certa gravità vi sono delle cose da fare immediatamente e molto importanti ai fini assicurativi. Innanzi tutto bisogna chiamare le forze dell’ordine e far intervenire il pronto intervento sanitario, in modo da verificare lo stato dei feriti, dare i primi soccorsi necessari e accompagnarli nell’ospedale più vicino.

Le forze dell’ordine inizieranno le prime verifiche sulla dinamica dell’incidente, faranno i rilievi necessari e stileranno un rapporto. In attesa del loro arrivo sarebbe bene non spostare i mezzi coinvolti, di modo che si possa avere un quadro completo e più preciso possibile della situazione; individuare eventuali testimoni e segnalarli agli agenti della forza dell’ordine che interverranno per i rilievi.

Sarebbe importante, se siamo nella giusta condizione di salute, scattare delle foto o fare dei video da più angolazioni, che espongono lo stato finale del sinistro e ci possono servire in un’eventuale sede processuale.

Quello dell’individuare eventuali testimoni è un atto fondamentale in seguito ad un sinistro stradale. Quando, infatti, si deciderà di inoltrare la richiesta di risarcimento danni la segnalazione dei testimoni diventa obbligatoria, pena l’inammissibilità in fase giudiziaria. Teniamo conto che solitamente anche le stesse forze dell’ordine accorse sul luogo dell’incidente documentano i dati e le dichiarazioni rilasciate dai testimoni presenti.

Assistenza legale in seguito a sinistro stradale con lesioni

risarcimento danno incidenteQuando si verificano incidenti stradali nei quali sono presenti dei feriti, in particolar modo nei casi di sinistri con gravi lesioni, è opportuno richiedere l’assistenza di un avvocato specializzato che segua la vostra pratica. Come anche nei casi di malasanità in assenza di un legale, il rischio, molto alto, è quello di ricevere risarcimenti molto bassi, di riceverli parziali e inadeguati al vero valore della causa, o di non riceverli affatto. Ricordiamoci che le compagnie assicurative sono delle società e in quanto tali fanno soprattutto i loro interessi cercando di liquidare il meno possibile.

Non confidiamo molto, quindi, nella loro buona fede, altrimenti rischiamo di rimetterci noi e di non ricevere il dovuto.
Un avvocato esperto in risarcimenti ha le competenze giuste per affrontare tutti gli aspetti tecnici, burocratici, legali e pratici, che un sinistro stradale con lesioni comporta, assistendoci nel migliore dei modi nella pratica assicurativa ed eventualmente processuale.

Prima di scegliere il legale che ci assista è sempre buona norma chiedere un preventivo, anche se la prassi vuole che il compenso sia il 10% del ricavato e tenendo anche conto che secondo l’art. 9, comma 2, del regolamento contenuto nel d.p.r. 18.07.2006 n. 254 le spese legali devono essere rimborsate dalla compagnia assicuratrice.

Per quanto concerne il danno biologico per procedere alla determinazione del suo ammontare bisogna affidarsi anche ad un medico legale, il quale redige una relazione scritta, alle cui conclusioni si applicano le tabelle previste. Anche nel caso del medico legale è buona norma non affidarsi a quello messo a disposizione dalla compagnia, ma trovarne uno di fiducia che faccia in toto gli interessi del cliente.

Il Risarcimento diretto

Ricordiamo anche che una volta che viene presentata la denuncia di sinistro stradale vi sono due strade percorribili a seconda dei casi: procedura ordinaria e risarcimento diretto. Quest’ultimo fa sì che la parte lesa non debba più richiedere il risarcimento al responsabile o alla compagnia assicuratrice di quest’ultimo, ma direttamente alla propria compagnia.

Va tenuto conto, però, che il risarcimento diretto si applica solo in alcuni casi specifici e non può essere utilizzato, ad esempio, se in un incidente sono coinvolti più di tre veicoli, o se sono interessati veicoli agricoli o speciali, se il veicolo non è assicurato o non immatricolato in Italia, se il sinistro avviene con un pedone o se vi sono tra i sinistrati lesioni superiori ai nove punti percentuali di invalidità permanente.

I danni che possono essere indennizzati tramite risarcimento diretto riguardano quelli al veicolo, alle cose trasportate di proprietà del danneggiato o conducente e i danni subiti alla persona fino al 9% di invalidità, quindi parliamo di danni di cosiddetta lieve entità.

Conclusioni

Gestire un sinistro stradale con lesioni non è certamente facile, in quanto vi sono tanti aspetti che si incrociano tra loro e che vanno accuratamente analizzati e studiati. Dal momento stesso dell’incidente fino alla valutazione della richiesta di risarcimento vanno soppesati elementi di natura pratica, come la dinamica dell’incidente, le dichiarazioni dei testimoni, le valutazioni delle forze di polizia, e di natura legale come quelle dei periti e dei medici. Quindi una quantità enorme di lavoro che solo un legale, professionista del settore, può affrontare nel migliore dei modi per garantire al richiedente un risarcimento adeguato al danno subito.

Richiedi la PRE-ANALISI gratuita del tuo caso.
È gratis e senza impegno.

Richiedi la PRE-ANALISI gratuita del tuo caso.
È gratis e senza impegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.